bonomi Testa di putto rivolta in alto a destra
Carlo Bononi (attribuito a) (Ferrara 1569-1632)  
Gessetto nero, tracce di gessetto bianco, carta beige
Mm. 119x127
Inv. 4802

Questo delicato disegno riferito genericamente ad "Artista anonimo" (vedi l'inventarlo dattiloscritto datato 1973 della Fondazione d'Arco), va collocato piuttosto in area emiliana e in direzione del ferrarese Carlo Bononi. Difficile se considerarlo frammento di una composizione più ampia in quanto non è stato ancora possibile stabilire un riferimento ad un dipinto. Un accostamento ai modi del Bononi è avanzato pertanto per via stilistica: nella produzione grafica del maestro ferrarese, studiata soprattuto dallo Schleier troviamo disegni sia a penna ed acquerello, sia e in maggior misura a gessetto nero su carta beige con leggeri tocchi di biacca, che quasi accarezzano le figure, come nel nostro foglio (forse la testa di un angiolino sulle nuvole?). La tecnica del foglio è simile a quella del San Bartolomeo reso noto dallo Schleier riferito all'omonima figura al centro del dipinto con la Madonna di Loreto e SS. Giovanni Evangelista, Bartolomeo e Giacomo Maggiore di Tolosa (Musée des Augustins, Inv. M.A.351).

N.W.N.