infirmit_cavalli Zanino Ottolengo
Delle infirmità delli cavalli
Secolo XV
Codice cartaceo
Scrittura umanistica corsiva; legatura non originale
Mm. 200x110; ce. II+158+II
Inv. 547

Cc. 1-3 Proemio; cc. 4-14 "Tavola dell'opera; cc. 15-16 bianche; cc. 17v-158 delle infirmità delli cavalli. Sono miniate le cc. 17v e 18. Il testo è di più mani della fine del sec. XV. La miniatura a c. 17v. rappresenta un maniscalco che ferra un cavallo aiutato da un garzone. A c. 18 bel frontespizio miniato con imprese gonzaghesche e stemma Gonzaga, quarta maniera"'. L’opera è dedicata ad un Gonzaga che non è specificato. Penso si tratti di Federico I Gonzaga al quale l'autore dell'opera, noto maniscalco di Lodovico Il, si rivolge in una lettera dell'11 gennaio 1480 offrendo i suoi servigi di maniscalco.

U.M.