Domenica 20 giugno 2021 alle ore 21.00 Palazzo d’Arco celebrerà il solstizio d’estate, l’ancestrale festa della Luce. Shakespeare aveva cantato la notte di mezza estate come il sogno di un bosco incantato con fate e folletti, noi ancora oggi custodiamo il ricordo delle tradizioni celtiche, festeggiando lo splendore del sole, il battesimo della rugiada e l’abbraccio degli alberi.

 WhatsApp Image 2021 06 08 at 13.33.02
La serata si svolgerà nel giardino di Palazzo d’Arco, all’ombra dei tassi centenari, in un alternarsi di racconti, poesia e musica, con la partecipazione del poeta mantovano Davide Squassabia della Rugiada e del maestro Valerio Mauro, musicista di arpa celtica. Squassabia, cantore della natura, celebra nei suoi versi l’amore per la sua terra e per le proprie radici. Seguirà infine l’incontro con le stelle nella Sala dello Zodiaco, dove il ciclo pittorico di Giovan Maria Falconetto introduce al significato dei mutamenti che investono l’Uomo al centro del Cosmo, in continua ricerca della propria armonia tra cielo e terra. La festa della Luce, in cui uomo e natura si trovano uniti nella gioiosità e nella prosperità, è rappresentata simbolicamente nel passaggio del sole dal Segno dei Gemelli al Segno del Cancro.
Costo:10 euro a persona. Info e prenotazione al numero 0376 322242 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.