percorso di visita palazzina del falconetto

REGOLAMENTOdi accesso

L'accesso alla Biblioteca dei conti d'Arco e all'Archivio prevede l'accettazione e il rispetto delle seguenti regole.

IL REGOLAMENTO
della Biblioteca e dell'Archivio

Accesso alla Biblioteca e all'Archivio

La Biblioteca è aperta a tutti, tuttavia:

  • l'ingresso all'area per la consultazione del materiale librario è possibile solo previa iscrizione e registrazione;
  • solo gli spazi riservati alla consultazione sono di libero accesso mentre ambienti che ospitano la Biblioteca storica, facenti parte del percorso museale, sono accessibili solo in parte e con visita guidata;
  • i bambini che hanno meno di 11 anni devono essere accompagnati da un adulto;
  • l'utilizzo dei servizi per lavori di gruppo e visite guidate è soggetto a prenotazione;
  • gli orari di apertura della biblioteca sono stabiliti dal consiglio di Amministrazione della Fondazione d'Arco e sono portati alla conoscenza del pubblico mediante affissione e diffusione informatica;
  • l'accesso è vietato a tutte le persone che per il loro comportamento o mancanza di contegno (ubriachezza, rumore, violenza fisica o verbale) rappresentino un pericolo per il pubblico e il personale;
  • i furti, i deterioramenti del materiale e dei documenti collezionati implicano il risarcimento del danno e potranno essere perseguite per via giudiziaria;
  • l'accesso all'edificio e ai servizi potrà essere temporaneamente limitato per ragioni di sicurezza, di confort degli utenti o per preservare la qualità delle prestazioni offerte. La chiusura temporanea è comunicata mediante affissione e diffusione.

È inoltre vietato:

  • entrare negli ambienti dell’edificio con animali;
  • fumare nel Palazzo e nel Giardino adiacente;
  • introdurre e consumare alimenti e bevande negli ambienti destinati alla consultazione;
  • distribuire e affiggere manifesti senza autorizzazione.

Le riprese fotografiche, di film, registrazioni, interviste e inchieste sotto sottoposte a domanda di autorizzazione.
Al fine di prevenire atti illeciti è richiesto il deposito all'entrata della sala consultazione di borse, zaini, valigie, cappotti ed ombrelli, così come potrà essere chiesta la verifica del loro contenuto.
L'Amministrazione non è responsabile di eventuali furti ai beni lasciati in deposito negli appositi locali e negli opportuni armadietti.
Il personale è autorizzato a espellere o a interdire l'accesso degli utenti che non rispettano il presente regolamento o a far ricorso alle forze dell'ordine. Le infrazioni al regolamento potranno essere oggetto di una sanzione consistente nel divieto di accesso alla biblioteca.

Iscrizione alla Biblioteca

Gli utenti che per scopi di studio, ricerca e aggiornamento professionale desiderano accedere ai servizi della Biblioteca, possono essere ammessi se dotati di tessera di iscrizione.
La tessera va richiesta al referente della Biblioteca:

  • in sede tramite presentazione del documento d'identità e compilazione di un modulo apposito di richiesta. I minori di 14 si iscrivono sotto la responsabilità dei genitori;
  • inviando il documento d'identità e formale richiesta all'indirizzo mail della Biblioteca. La tessera potrà poi essere ritirata presso la sede.

La tessera consente di:

  • accedere al servizio consultazione;
  • usufruire del servizio gratuito di connessione internet;
  • usufruire del servizio di fotoriproduzione.

La tessera va mostrata al personale della biglietteria del Museo, all'ingresso del Palazzo, per poter accedere agli ambienti riservati alla consultazione.
Il lettore è personalmente responsabile della sua tessera. In caso di perdita o furto della tessera il lettore è tenuto a informare la biblioteca.

Accesso ai documenti

I documento sono concessi solo in consultazione. È dunque escluso il prestito a domicilio. L'accesso è registrato dal personale di Sala.

  • l'accesso ai documenti a scaffale aperto è libero e gratuito mentre per la consultazione dei documenti a magazzino il lettore deve compilare l'apposito modulo. Il numero di documenti consultabili da magazzino è limitato e fissato dalla Direzione. Il numero è portato a conoscenza del pubblico. I documenti da magazzino vanno richiesti mezz'ora prima della chiusura della biblioteca;
  • i documenti, compresi i periodici e i giornali, in consultazione non possono essere visionati fuori dalla sala di lettura;
  • quando esiste copia su microfilm, o altro supporto, di un documento, il lettore potrà consultare l'originale solo su autorizzazione eccezionale;
  • i documenti consultati devono essere resi nel medesimo stato nel quale sono stati consegnati: è vietato fare annotazioni, sottolineare i testi, sciupare, avere inchiostri aperti in prossimità del documento;
  • la riproduzione dei documenti della biblioteca è riservata all'uso personale e sottoposto alla legislazione in vigore sulla tutela del diritto d'autore;
  • il silenzio è di rigore nelle sale di lettura;
  • è vietato occupare più posti a sedere contemporaneamente. L'addetto al controllo della sala ha la facoltà di liberare un posto tenuto occupato da materiale vario dopo 30 minuti di assenza dell'utente.

CONDIZIONI
particolari

Consultazione documenti antichi e rari

L'accesso alla consultazione di documenti antichi rari e preziosi della Biblioteca dei Conti d'Arco è regolamentato come segue:

  • sono da considerarsi documenti antichi e rari i manoscritti, i carteggi, gli incunabuli, i testi a stampa pubblicati fino a tutto il 1830, la cartografia, le tesi di laurea e materiale raro e di pregio;
  • sono ammessi alla consultazione gli utenti che abbiano compiuto la maggiore età.
  • per essere ammessi in sala di studio è necessario essere in possesso della tessera di iscrizione;
  • la consultazione dei pezzi avviene su prenotazione, telefonica o via e-mail, facendone richiesta al personale di sala con almeno un turno di anticipo;
  • alla cartografia è destinata una sala consultazione riservata. La consultazione dei pezzi avviene preferibilmente su prenotazione, telefonica o via mail, e in orari di apertura definiti, divulgati mediante affissione o diffusione informatica;
  • possono essere richiesti fino a 5 pezzi per ogni turno di apertura;
  • le singole richieste vanno presentate su appositi moduli compilati chiaramente in tutte le loro parti; nel caso in cui il modulo sia stato compilato dal personale per conto dell'utente, questi dovrà comunque provvedere ad apporvi la propria firma;
  • le tesi di laurea non possono essere in alcun modo riprodotte con mezzi fotomeccanici, salvo diversa disposizione dell'autore;
  • il materiale manoscritto, raro o di pregio deve essere consultato con idonee e necessarie cautele per assicurarne la salvaguardia, secondo le indicazioni fornite di volta in volta dal personale di sala. È vietata la riproduzione fotomeccanica;
  • la consultazione del patrimonio documentario e archivistico, accessibile solo a studenti aventi compiuto la maggiore età e a studiosi, avviene con necessarie cautele, secondo le indicazioni fornite di volta in volta dal personale di sala;
  • per le riproduzioni fotografiche è necessario compilare l'apposito modulo autorizzativo. Le fotografie possono essere eseguite personalmente, da una ditta a scelta dell'utente, oppure indicata dalla Biblioteca. Le modalità e i costi sono stabiliti dal relativo Regolamento. In ogni caso una copia di ciascuna fotografia dovrà essere consegnata alla Biblioteca;
  • la pubblicazione delle immagini dovrà essere preventivamente autorizzata, e sarà soggetta al pagamento dei diritti d'immagine secondo quanto stabilito dal relativo Regolamento;
  • l'utente si impegna a consegnare una copia delle pubblicazioni elaborate sui documenti della Biblioteca;
  • è vietata la riproduzione digitale integrale delle opere antiche, salvo specifica autorizzazione;
  • è vietato utilizzare la sala per leggere libri personali.

Cataloghi

Il catalogo OPAC SBN della Biblioteca dei conti d'Arco
Il catalogo OPAC (On-line Public Access Catalogue del Servizio Bibliotecario Nazionale), consultabile tramite una postazione informatica nella sala servizio consultazione, contiene le notizie bibliografiche di una porzione dei volumi della Biblioteca. L'OPAC SBN è di accesso pubblico. La Biblioteca ha aderito al catalogo OPAC nel 2015, pertanto la catalogazione del fondi antico e moderno è parziale ed in corso.
Per raggiungere dall'OPAC regionale il catalogo on-line della Biblioteca si deve selezionare nel campo con scorrimento a tendina intestato Biblioteca, la voce (MN) - Biblioteca dei Conti d'Arco di Mantova. Selezionando invece la voce (MN) - Biblioteche SBN di Mantova si possono interrogare cumulativamente i cataloghi di tutte le Biblioteche mantovane aderenti ad SBN. Una volta effettuata la ricerca desiderata, l'icona in alto a destra della Disponibilità permette di individuare la collocazione dei documenti voluti.
Il Servizio informazioni bibliografiche della sede è a disposizione per eventuali precisazioni.

Catalogo a schede
Esiste un catalogo a schede, diviso per autore, di una parte del fondo librario antico e moderno (sino al 1973), fruibile nella sala consultazione.

Cataloghi speciali
Per facilitare la consultazione delle opere appartenenti a particolari settori di ricerca, nella sala consultazione sono disponibili i seguenti cataloghi/elenchi speciali:

  • il catalogo del Censimento nazionale delle edizioni italiane del XVI secolo (EDIT16) delle cinquecentine, distinto per autori in ordine alfabetico. Il catalogo è consultabile on line (distinto per autori, titoli, uniformi, editori e marche tipografiche consultabili autonomamente) e in copia cartacea distinto per autori in ordine alfabetico;
  • il catalogo a schede della cartografia distinto per soggetto;
  • il catalogo a schede delle stampe distinto per autore;
  • l'elenco inventariale degli incunaboli;
  • l'elenco inventariale dei manoscritti.

Prestito per esposizioni

Le richieste di prestito di documenti per esposizioni nazionali e internazionali devono essere presentate quattro mesi prima la realizzazione dell'evento. Le autorizzazioni sono soggette al parere del Consiglio di Amministrazione e al nulla osta della Soprintendenza Regionale ai Beni librari e Documentari, come previsto dalle norme in vigore.

L'ente richiedente dovrà soddisfare le condizioni di assicurazione da chiodo a chiodo, tutela, trasporto, conservazione, sicurezza dei locali e dei beni previste dalla normativa nazionale o prescritte nell'autorizzazione.

Internet

Il servizio è gratuito ed è regolamentato come segue:

  • Per poter usufruire del servizio è necessario essere in possesso della tessera d'iscrizione alla Biblioteca;
  • Sono ammessi al servizio tutti gli utenti maggiorenni, per i minorenni è necessaria l'autorizzazione di un genitore al momento dell'iscrizione;
  • La navigazione in Internet può essere utilizzata solo per gli scopi consentiti dalla legislazione vigente. L'utente è civilmente e penalmente responsabile dell'eventuale uso improprio del servizio Internet, per la violazione di accessi protetti, per il mancato rispetto delle norme sul copyright e sulle licenze d'uso.

RESTIAMO IN
contatto

Iscriviti alla nostra newsletter, ti aggiorneremo sulle prossime mostre e sugli eventi a Palazzo.

 
 
 

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento nel footer delle nostre mail. Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando per iscriverti, accetti che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Scopri di più sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp.

Museo di Palazzo d'Arco


INDIRIZZO
piazza Carlo d'Arco, 4
Mantova (MN)

TELEFONO
+39 0376 322 242

               


Museo negativo a colori

Fondazione d'Arco


INDIRIZZO
piazza Carlo d'Arco, 4
Mantova (MN)

TELEFONO
+39 0376 322 242

P.IVA 01293290209
C.F. 80002830208


La Fondazione d'Arco è un ente privato che si sostiene con mezzi propri, da contributi e da donazioni.


MUSEO DI PALAZZO D'ARCO


INDIRIZZO
piazza Carlo d'Arco, 4
Mantova (MN)

TELEFONO
+39 0376 322 242

               


museo riconosciuto regione lombardia